STUPEFACENTI, BUONO ACQUISTO VIA PEC

Il codice dell'amministrazione digitale (http://www.cnipa.gov.it/site/_files/Opuscolo%2013II.pdf) incoraggia la dematerializzazione. E cosė, per consentire la trasmissione digitale di buoni acquisto gestiti da sistemi informatici e al contempo consentire una pių agevole archiviazione della documentazione da parte ministeriale, è stata istituita una apposita casella di posta elettronica certificata: bat_dgfdm@postacert.sanita.it.

La comunicazione è contenuta in una nota della Direzione Generale della Sanità Animale e del Farmaco Veterinario sulla trasmissione per via telematica del buono acquisto per le richieste singole e cumulative di sostanze stupefacenti o psicotrope e delle relative composizioni medicinali (Decreto ministeriale 18 dicembre 2006  http://www.normativasanitaria.it/jsp/dettaglio.jsp?id=26 "Approvazione del modello di buono acquisto per le richieste singole e cumulative di sostanze stupefacenti o psicotrope e delle relative composizioni medicinali").

Il buono acquisto è riproducibile liberamente con sistemi informatici e deve essere sottoscritto sia dal richiedente che dal cedente. A transazione avvenuta, una copia del buono compilato deve essere inviata all'autorità competente ( per le aziende il ministero della salute, per le farmacie la ASL).

Le imprese interessate ad utilizzare la modalità di invio telematica dovranno disporre di una casella pec e ad attenersi alle indicazioni dettagliate dalla direzione ministeriale. I buoni acquisto trasmessi in via telematica possono essere, in alternativa alla stampa, conservati su supporti informatici secondo quanto previsto dal Codice dell'amministrazione digitale all'articolo 71.

"In attesa di una auspicabile organizzazione per la trasmissione telematica, le imprese potranno continuare ad inviare la copia cartacea del buono acquisto".

http://www.anmvioggi.it/files/NOTA%20MINISTERIALE%20SU%20NUOVO%20MODELLO%20DI%20BUONO%20ACQUISTO%20SOSTANZE%20STUPEFACENTI.PDF

fonte ANMVIOGGI

Autore / Fonte: