L'ORDINE DI BARI E BAT ADERISCE ALLA RACCOLTA FIRME PROMOSSA DA ANMVI

ANMVI lancia una petizione al Governo "contro lo sfruttamento degli animali da compagnia" e l'Ordine dei Medici Veterinari delle Provincie di Bari e BAT aderisce. Quattro richieste da sottoscrivere e da far firmare. Esenzioni, detrazioni, IVA agevolata e redditometro. La petizione è rivolta al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro delle Finanze e al Ministro della Salute per dire basta allo "sfruttamento fiscale" degli animali da compagnia, della sanità e della prevenzione veterinaria.

La petizione chiede:
1. che l'IVA sulle prestazioni veterinarie e sui mangimi, fra le pił elevate in Europa,venga ridotta al 10%;
2. che le prestazioni di prevenzione veterinaria e di tutela della sanità pubblica (es. microchip, anagrafe, sterilizzazioni, vaccinazioni e profilassi obbligatorie) vengano esentate dall'IVA
3. che venga mantenuta e innalzata la detraibilità delle spese veterinarie fino a 1000 euro,
4. che vengano tolte dal redditometro le spese veterinarie per gli animali da compagnia e il cavallo "d'affezione e/o da passeggiata". Firma e fai firmare a proprietari, amici, famigliari e a tutti coloro che sono sensibili al ad una maggiore equità fiscale per i proprietari di animali da compagnia.

PER ADERIRE ALLA PETIZIONE
a) Firma on line su www.anmvi.it
b) Utilizza il Modulo per la firma pdf (da inviare via fax)
c) Modulo word (per invio alla casella mail: petizioni@anmvi.it)
d) Modulo cumulativo firme (per invio alla casella mail: petizioni@anmvi.it)

Autore / Fonte: Staff