DDL PER ELIMINARE LE RAZZE PERICOLOSE

"L'ultimo caso di un torinese azzannato da un cane mentre saliva sul suo aliscafo dimostra nuovamente quanto sia sempre pił necessaria una normativa nazionale che miri a ridurre i rischi di aggressione all'uomo da parte di razze pericolose (pitbull o rottweiler per fare qualche esempio). Bambini mutilati, uomini morsicati e purtroppo alcune morti causate da cani inferociti, dimostrano sempre pił che in Italia la presenza di razze canine pericolose sta diventando un vero e proprio fattore di rischio per l'incolumità pubblica". Lo dice il senatore del Pdl Andrea Fluttero.

"Spesso questi animali vengono esibiti come vere e proprie "protesi di bullismo" da personaggi border line con precedenti penali che li utilizzano per spaventare ed impressionare e divertire amici e sodali, generando apprensione tra i presenti in aree pubbliche, come giardini e piazze. Purtroppo - aggiunge - l'aggressività di un cane non è solo determinata dall'addestramento o educazione ricevuta, ma è un vero e proprio fattore genetico sul quale l'uomo non può in alcun modo intervenire se non attraverso l'adozione - come già avviene nella maggior parte dei paesi europei - di misure che mirino all'eliminazione graduale dal territorio italiano tutte le razze canine potenzialmente pericolose.

Per questo motivo, il 5 maggio scorso ho presentato in qualità di primo firmatario, un disegno di legge, che vieta l'allevamento, la produzione, l'importazione, e la vendita e l'acquisto di specie di cani considerate come pericolose e obbliga chi possiede già queste razze a sterilizzare l'animale e a chiedere autorizzazione per la detenzione dell'animale alla questura. L'unico intento di queste misure è quello di ridurre, attraverso una graduale estinzione delle razze pericolose, il rischio di aggressioni umani e di tutelare la sicurezza pubblica. Vi sono molte razze, selezionate per le loro caratteristiche di mansuetudine, fedeltà ed intelligenza, che sapranno assolvere, in piena sicurezza, la loro funzione di compagni e d'affezione".

qui il testo del DDL: http://www.anmvioggi.it/files/IL%20DDL%20DEL%20SENATORE%20FLUTTERO.pdf

 

Autore / Fonte: